Sempre più albergatori affidano la gestione dei servizi a società di outsourcing

Comment

Economia
hotel

Al giorno d’oggi, sempre più direttori di hotel decidono di ottimizzare la gestione interna affidando determinati servizi a società di outsourcing alberghiero. Ciò consente loro di delegare incombenze quali pulizie e rinnovo della biancheria, concentrandosi sul personale o su eventuali upgrade da effettuare per offrire il meglio ai clienti.

Il primo vantaggio, quindi, è quello di ottimizzare il tempo, seguito da quello costituito dal risparmiare denaro. E questo grazie a un miglior controllo della qualità da parte dei professionisti dell’outsourcing, che permettono di eliminare qualsiasi spreco impiegando le giuste tempistiche. Si pensi, ad esempio, a un hotel che riceva decine di prenotazioni per la settimana di ferragosto: ogni camera dovrà essere impeccabile, pavimenti e cucine puliti a fondo e gli asciugamani di ricambio sempre disponibili, senza margine di errore.

Il personale che dovrà occuparsi di tutti questi compiti sarà gestito interamente dal caposquadra dell’azienda esterna alla quale l’albergatore si è affidato, consentendogli di concentrarsi sull’accoglienza, sul menù da proporre e persino sulle attività interne da offrire ai propri avventori.

Le pulizie sono il servizio principale richiesto in outsourcing dagli albergatori. Presentare camere impeccabili ai clienti, infatti, è un aspetto fondamentale, ma riuscire a trovare da soli del personale qualificato può rivelarsi piuttosto difficoltoso. Per questo ricorrere all’esternalizzazione viene considerata la soluzione migliore per garantire alla propria struttura un servizio efficiente: la società italberghi srl, per esempio, mette massima cura nell’housekeeping e offre proposte personalizzate ai propri clienti, in modo da aderire perfettamente alle peculiari esigenze di ogni singola struttura ricettiva.

In ogni caso, non manca la domanda anche in altri settori: ad esempio, quando servono camerieri specializzati addetti alla sala o al servizio ai piani. Trovare personale qualificato, che abbia la formazione HACCP richiesta dalla legge e che svolga magari il suo lavoro con passione, può risultare un’impresa lunga e complicata. Poter contare su chef, maître e barman che sappiano come gestire la cucina a vari livelli, per il proprietario di un albergo equivale già ad essersi assicurato metà del lavoro.

Un’altra preoccupazione che affligge gli albergatori riguarda la ricerca di un portiere o un receptionist che possa garantire la loro presenza anche su turnazioni di 24 ore. In questo caso, l’outsourcing sarà utile per trovare serietà, affidabilità e professionalità: requisiti indispensabili quando si tratti di interfacciarsi per primi con i clienti appena arrivati.

Un receptionist, infatti, rappresenta l’immagine stessa dell’albergo e l’accoglienza ricevuta costituirà la prima impressione generale sulla struttura. Per questo, anche di notte il servizio dovrà risultare impeccabile. Legato alla prima accoglienza è anche il facchinaggio. I clienti che viaggiano con molte valigie, o che comunque necessitano di trasportarle fino al piano, apprezzeranno velocità ed efficienza.

Ma vi sono anche servizi non continuativi, che vengono proposti solo poche volte durante l’anno, in determinati periodi. È il caso della predisposizione di sale per convegni o eventi speciali quali un matrimonio; molti hotel si trovano a dover affrontare di rado tali allestimenti e affidarsi a qualcuno che sia nel settore da anni può essere determinante per la buona riuscita delle varie operazioni. In tali casi, occorre provvedere agli arredi e alle eventuali decorazioni, quindi è necessaria una vera e propria squadra di esperti da reclutare in outsourcing. 

Il discorso è analogo per la manutenzione di vario genere, che può rendersi necessaria in un albergo: da quella ordinaria per il mantenimento di apparecchiature elettriche o caldaie, a quella straordinaria che riguardi riparazioni o sostituzioni. Vi sono società di outsourcing che si occupano di tinteggiare muri, di applicare parquet e persino di effettuare un restyling completo degli arredi.

Un ultimo vantaggio è legato anche al controllo continuo che è possibile avere sul personale fornito in outsourcing: aziende come Italberghi, infatti, sono dotate di software e app che snelliscono le comunicazioni sia per ottimizzare il lavoro stesso, che per velocizzare la visione d’insieme da parte dell’albergatore, che saprà sempre cosa sta accadendo nei vari settori, semplicemente accendendo un computer o collegandosi con lo smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *