Filippine: terrazze da mozzafiato

Comment

Turismo

Banaue è una, cittadina situata al nord dell’isola di Luzon, ed è località simbolo della zona delle risaie. Non solo è straordinaria per la sua indiscutibile bellezza, ma anche per la secolare storia alle spalle inerente alle terrazze di risaie che la popolano.

Il paesaggio delle risaie è vecchio di oltre 2000 anni ed è fatto da un complesso sistema di terrazzamenti, a loro tempo scavati dagli indigeni e se pur rinnovati negli anni, dove un sistema idrico va ad irrigare nelle risaie.

Grazie alla meravigliosa struttura che le contraddisitngue, risulta spesso incredulo riconoscere come questo particolare ed efficiente sistema di terrazzamenti sia stato costruito centinaia di anni fa dalla tribù degli Ifugao. E per di più sono state davvero poche le modifiche apportate rispetto a quello che fu il disegno iniziale.

Le terrazze: un esempio di ingegneria ambientale

Le terrazze di Banaue sono un eccellente esempio di ingegneria ambientale ed ecologica, che utilizza il sistema a scala per poter catturare l’acqua che scorre dalla cima delle montagne.

Ciò che balza subito agli occhi è un particolare e fitto sistema di stagni racchiusi in alte pareti di pietra. E infatti le risaie terrazzate della Philippine Cordillera, nella provincia di Ifugao, grazie alle loro caratteristiche sono spesso indicate dalle guide e dalle riviste internazionali come ideali da visitare. Cinque dei siti intorno alla cittadina di Banaue sono per questo diventate patrimonio dell’ UNESCO: le risaie terrazzate di Batad, Bangaan, Hungduan, Mayoyao e Nagacadan.

Un paesaggio ricco di cultura locale

Si può osservare un panorama maestoso, da esplorare cimentandosi con del trekking, raggiungendo un’altezza di almeno 1500 metri. È così che si ottiene una bellissima fusione tra natura e azione umana, che crea un’area geografica estesa molto più di 10000 chilometri quadrati. I terrazzamenti sono così strabilienti da essere spesso detti come “L’ottava meraviglia del mondo”.

Le terrazze di risaie sono un’area agricola popolata da indigeni con cui è molto semplice interagire e imparare i segreti delle loro tradizioni e dei loro costumi.

Fra le varie esperienze, si deve fare quella di dormire nel leggendario “kubo” di legno,  una simpatica e tipica casa Ifugao che non si può trovare altrove.

La cultura locale “Igorot” è un’altra interessante esperienza da fare per conoscere i gruppi etnici e le tradizioni delle Filippine. Il riso resta sempre il principale ingrediente asiatico e lo dimostra proprio lo spettacolare paesaggio che ci accingiamo a visitarecon entusiasmo

Recentemente, è stato messo a punto un piano contro l’erosione dei terrazzamenti che ha anche lo scopo di tutelare l’area oltre che da un punto di vista agricolo anche da quello turistico.

Il piano per la conservazione delle risaie è stato talmente efficiente che l’area è stata tolta dall’elenco dei beni proprietà dell’UNESCO in pericolo.

Essendo  patrimonio mondiale dell’umanità, il turismo incide positivamente sul mantenimento della bellezza di un ecosistema così unico. Tradizione storia ed originalità si uniscono in un mix dal sapore unico, perché il bello della Terra va a tutti i costi preservato… e in questo caso anche visitato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *