Texas Hold’em Poker: che cos’è e come si gioca?

Comment

Tecnologia

Uno dei tipi di giochi online maggiormente diffuso è quello del poker. Il gioco – che negli ultimi anni si è diffuso tantissimo nelle piattaforme dei bookmakers AAMS – parte sui tavoli da gioco: la tendenza non è stata ancora invertita del tutto, ma il poker online rappresenta una delle principali fonti di scommessa tra i giocatori. Così come in quello reale, infatti, anche il poker online offre certi tipi di giocata e vincita, in contesto che comprende sorte e abilità del giocatore. Tra le varianti più diffuse di poker online troviamo il Texas Hold’em Poker, il Poker Ohama e il Poker Seven-Card Stud.

Texas Hold’em Poker e caratteristiche dei turni

Una delle più diffuse varianti di poker online è il Texas Hold’em Poker, nel quale ogni mano è costituita da quattro turni: distribuzione delle carte iniziali, flop, turn e river. La partita inizia proprio con la distribuzione delle chips e con la scelta di un “dealer”, che ruoterà ad ogni mano in senso orario. I due giocatori situati dopo il dealer, detti “buio” e “controbuio”, sono gli unici che possono puntare di guardare le proprie carte. Dopo questa disposizione inizia la mano: vengono distribuite due carte coperte, che può guardare soltanto il ricevente e che rimarranno segrete fino alla fine del turno.

Il giocatore successivo al controbuio e i successivi sceglieranno se puntare dopo aver guardato le proprie carte o abbandonare il turno gettando le carte. Finito il primo turno, sul tavolo vengono poste tre carte comunitarie, di cui ogni giocatore può usufruire: questa è la seconda fase, detta flop. A questo punto inizia il secondo giro di puntate, dove verrà posta – a fianco delle tre carte – una quarta carta comunitaria. Quest’ultima fase è detta turn, e ad essa segue una nuova fase di puntate. Alla fine rimarrà scoperta ancora un’altra carta, chiamata river. Chi è ancora in gioco combinerà le proprie carte (tenute segrete) con quelle comunitarie, cercando di creare la miglior mano possibile. Il vincitore otterrà tutte le chips puntate.

Le varie tipologie di puntata

Essenzialmente, le tipologie di puntata sono tre: Limit, No Limit e Pot Limit. Nel primo caso si punta ad ogni turno, non avendo possibilità di scegliere ma sottostando a cifre prestabilite. Nel No Limit non ci sono limiti di puntata, mentre nell’ultimo dei tre casi l’unico limite di puntata è rappresentato dal riempimento del pot, il piatto.

Punteggi nel poker

Per cercare di vincere nel poker online, chiaramente, bisogna tenere bene a mente di vari punteggi del poker che – alla fine di ogni mano – determineranno la vostra vittoria o sconfitta. I punteggi sono i seguenti:

Carta Alta: punteggio molto semplice, che consiste nell’avere la carta più alta tra tutti i giocatori sul tavolo. La carta più bassa è il due, mentre la più alta l’Asso;

Coppia: il giocatore possiede due carte che corrispondono (es. due Sette);

Doppia Coppia: affine al punteggio precedente, consiste nell’avere due diverse coppie nella stessa mano (es. due Sette e due Jack);

Tris: il giocatore possiede tre carte corrispondenti (es. Sette di cuori, quadri e fiori)

Scala: il giocatore possiede cinque carte in serie, anche di seme differente (es. Re di quadri, Donna di cuori, Dieci di picche, Jack di quadri e Nove di fiori);

Colore: il contrario del punteggio precedente, secondo cui si hanno cinque carte dello stesso seme, anche se non in serie (es. Tre, Cinque, Sette, Dieci e Asso di cuori);

Full: punteggio cumulativo, che consta dell’unione di un tris e di una coppia;

Poker: il giocatore possiede quattro carte corrisponenti numericamente (es. tutti i Jack, di tutti e quattro i semi);

Scala di Colore: punteggio cumulativo, che consta dell’unione tra un Colore e una Scala (es. Due, Tre, Quattro, Cinque e Sei di picche);

Scala Reale: il punteggio più alto possibile nel poker online (es. Dieci, Jack, Regina, Re e Asso dello stesso seme).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *