Ecommerce multivendor: modalità di vendita e di pagamento

Comment

Tecnologia
ecommerce-multivendor-modalità-vendita-e-pagamento (002)

Avete presente Amazon? Ecco il più grande marketplace al mondo è un ecommerce multivendor dove più negozianti diversi possono vendere i loro prodotti.

Gli ecommerce multivendor sono dei veri e propri negozi online e anche in Italia sono sempre più utilizzati, soprattutto per via della maggiore varietà e convenienza che offrono rispetto ai siti che si occupano di un singolo marchio o che sono specializzati su un singolo prodotto.

Gli ecommerce multivendor sono spazi, o piattaforme, dove vengono ospitati diversi negozi online, proprio come se fosse un grande centro commerciale. I titolari o amministratori di un multivendor devono gestire le transazioni che avvengono nel loro centro commerciale, transazioni che intercorrono tra i negozi da loro ospitati e i clienti che fanno acquisti.

Online l’offerta è ampia ed esistono molti software per la creazione di ecommerce multivendor tra i quali CS-CART che conta oltre 35.000 clienti in tutto il mondo, e che viene distribuito in Italia dalla Business Click s.r.l., azienda italiana di programmazione web con sedi a Roma e Firenze.

Come funzionano le modalità di vendita e di pagamento negli ecommerce multivendor

Ci sono diverse modalità di acquisto per coloro che si recano a comprare prodotti negli spazi multivendor, il principale dei quali è quello del cosiddetto “carrello unico“.

Significa che, quando il cliente acquista diversi prodotti in uno spazio multivendor tali prodotti finiscono nel medesimo carrello della spesa virtuale che il cliente ha a disposizione, questo anche se ha fatto acquisti in negozi differenti dello stesso spazio. La somma totale viene pagata al gestore della piattaforma, il quale dovrà in seguito ripartire la cifra tra i negozi nei quali sono state acquistate le merci vendute. La maggior parte delle piattaforme multivendor, attualmente, prevede questa modalità di gestione.

Come si può immaginare ciò rappresenta un notevole impegno gestionale per l’amministratore dell’ecommerce, soprattutto se ospita molto negozi virtuali, ma tutte le procedure automatizzate semplificano e velocizzazione le operazioni amministrative come la fatturazione in tempo reale.

Una opzione di vendita sempre più utilizzata è quella del cosidetto “split payment“, ovvero del pagamento separato. Come è facilmente intuibile dal nome, in questo caso non si paga in base ad una somma dei prodotti acquistati, ma si paga quello che abbiamo comprato direttamente al negozio che abbiamo scelto.

Un pagamento diretto dunque, che facilita le transazioni e dispensa il gestore da un impegno supplementare, ovvero quello della ripartizione del denaro tra i vari negozianti.

Ma come avvengono esattamente i pagamenti nello spazio multivendor? Essendo sempre e comunque spazi di vendita online, di solito presentano le stesse modalità di vendita di altri siti, vale a dire bonifici, carte di credito, oppure Paypal, il famoso sistema di pagamento virtuale.

Pertanto sarà necessario che i gestori rendano compatibile il proprio spazio con tutti i sistemi di pagamento citati sopra, tenendo conto che, vista la forte concorrenza nel settore dello shopping online, maggiore completezza nell’offerta dei servizi significa maggiore possibilità di successo.

Tali forme di pagamento dovranno, altra cosa molto importante, essere facilmente utilizzabili da ogni tipo di dispositivo, non solo dunque da un PC o qualsiasi altro sistema fisso, ma anche da sistemi mobili come i cellulari e i tablet.

Oltre a questi parametri se ne aggiunge un altro oramai considerato imprescindibile in questo settore, ovverosia la possibilità di utilizzare diverse valute monetarie.

Infatti, in un contesto globalizzato come quello attuale, è impensabile offrire un servizio basato su di una sola valuta, allora si darà al cliente la possibilità di comprare nella moneta corrente del proprio Stato. Il valore della moneta utilizzata per fare acquisti vedrà poi il proprio valore convertito in quello della valuta impiegata dallo spazio multivendor.

In questo modo sarà più semplice ampliare la portata dell’utenza, conquistando acquirenti in diverse parti del globo. Sembrano cose scontate, ma è sempre bene ribadirle.

Altro punto importante è quello della sicurezza. Non è ormai, purtroppo, una possibilità remota quella di infiltrazione di potenziali hacker in cerca di denaro o dati personali da sottrarre. Per questo motivo bisognerà avere una piattaforma ben difesa, in grado di supportare ogni tipo di sistema antivirus e software di protezione.

Se rispettati questi parametri, la piattaforma potrà benissimo scalare la classifica dei sistemi multivendor più gettonati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *