Come collegare smartphone alla tv

Comment

Tecnologia

La maggior parte delle case produttrici di telefoni e tablet nel corso degli anni (date le esigenze degli utenti) ha sviluppato molte alternative per effettuare il mirroring. Per chi non lo sapesse è un termine che sta ad indicare appunto la riproduzione del contenuto dello schermo del proprio dispositivo in TV: proprio come fosse uno specchio. Le diverse alternative prevedono quando l’utilizzo di cavi, quando un uso senza fili.

Collegare Smartphone alla tv con una app

Dal momento che in molte soluzioni di mirroring occorre l’uso di adattatori da acquistare, cerchiamo prima di capire quali sono le alternative che ci consentano un collegamento tra device mobili e TV senza rimetterci nulla economicamente.

Per chi possiede una Smart TV di ultima generazione, essa avrà pure una internet tramite (che sfrutta la connessione o Wi-Fi). Questo vuol dire che sarà costituita da supporto al DLNA, uno standard in grado di mettere in collegamento i dispositivi connessi alla medesima rete locale.

Il DLNA ha nomi differenti in base alla situazione: su Windows e alcune versioni recenti di Android è detto PlayTo o Server Multimediale Digitale, e viene messo in attivazione direttamente dalle impostazioni del dispositivo.

Comunque sia, per un ulteriore controllo, soprattutto se il nostro Smartphone non sia dotato di DLNA, si possono utilizzare le app! Su Android si trova ad esempio la discreta BubbleUPnP (app gratuita, ma che ha una licenza a pagamento per liberarsi di noiosi limiti) in grado di collegare il telefono con la TV. Tale connessione avviene in maniera automatica. Su dispositivi iOS, invece, c’è TV Assist.

Questa è una alternativa valida pratica e comoda (nonché immediata) che collega lo Smartphone alla TV. L’unico neo è che in caso di disturbi di rete si avranno delle riproduzioni altalenanti e non di qualità. In questo modo correremo il rischio di non aver risolto il problema in maniera ottimale.

Collegare Smartphone android alla tv

Nella scelta del miglior smartphone android bisogna tenere in considerazione come la casa madre si sia posta nei confronti del mirroring. Pare infatti che negli ultimi periodi molti produttori abbiano immesso sul mercato un connettore HDMI fatto appositamente per il mirroring, con un miglioramento delle funzioni della porta microUSB, usata do solito per ricaricare la batteria del dispositivo. Ovviamente in questo momento si fa riferimento a Smartphone android.

Collegare iPhone alla tv

I dispositivi dell’Apple prevedono invece l’uso di specifici oggetti compatibili con la porta Lightning ormai montata sulla maggior parte dei loro prodotti. In vero, in commercio si trova un trick per iOS che consente in modo molto agevole e pratico di fare mirroring e che gira esclusivamente su Mac. Per i grandi schermi, invece, occorre sempre un nuovo hardware.

L’adattatore ufficiale si vende davvero a prezzi un po’ altini, e non offre funzioni particolari: non necessita di corrente esterna ma può fornire carica al dispositivo volendo. Con questo, il collegamento del melafonino o dell’IPad avverrà nel giro di qualche minuto, facile e veloce.

L’adattatore il vecchio connettore a 30 pin si trova invece a costi più moderati, e si adatta alla perfezione ad ogni dispositivo Apple fino all’iPhone 4S: forse per questo oggi si reperisce difficilmente. Ecco dunque che in questi casi occorre l’abbinamento di un cavo HDMI di dimensioni standard ai nuovi adattatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *