Coniglio nano: tutto ciò che c’è da sapere su prezzo e caratteristiche

Comment

Guide

Il coniglio nano, chiamato tecnicamente Oryctolagus cuniculus, rientra nella famiglia dei Logomorfi ed è un tenero e mansueto animale che vive in media tra i 4 e i 7 anni.

Ha un carattere mite e un corpo molto soffice e arrotondato rendendolo quindi un perfetto animale da compagnia.

Oltre a essere una tenera palla di pelo è anche economico, il suo prezzo infatti si aggira intorno alla decina di euro anche se in base alla razza il prezzo può essere anche maggiore.

Coniglio nano: morfologia di razza

Il coniglio nano grazie alle sue piccole dimensioni è un animale perfetto da tenere in casa.

E’ dotato di un pelo molto delicato che può variare sia per colore che per lunghezza a seconda dalla razza scelta, inoltre ha degli occhi vispi e tondi e di solito sono rossi se la pelliccia è bianca.

La sua vista è migliore se c’è poca luce, ha una coda piccola e zampe sottili e corte, inoltre è dotato di incisivi molto sviluppati e forti.

Per poter distinguere se un coniglio nano è maschio o femmina bisogna guardare la distanza dell’organo genitale dall’ano, tale distanza negli esemplari maschi è del doppio rispetto a quella nelle femmine.

Coniglio nano: carattere e abitudini

E’ un animale docile e dolce e si affeziona facilmente al padrone, diventando quindi un animale difficile da non amare.

E’ un giocherellone ed è anche molto curioso se lo si lascia libero per casa è capace di ficcare il musetto in ogni angolo.

Seppur espansivo e simpatico, se non a suo agio può subito irrigidirsi e mettersi sulla difensiva divenendo timido e diffidente.

Non è irruente ne verso l’uomo ne verso altri animali, assume un comportamento quindi mai sfacciato ma sempre mite e gentile.

Se con animali di specie diverse e con gli uomini non ci sono problemi di convivenza, questi possono sorgere se si hanno nello stesso ambiente più conigli maschi.

Non ci sono problemi ad allevare conigliette femmine o di sesso opposto (ma attenti alla loro promiscuità, se non ci si vuole trovare casa piena di coniglietti meglio sterilizzarli) ma la zuffa tra conigli maschi non sterilizzati è praticamente cosa certa.

Coniglio nano: cure e salute

Aspetto di notevole importanza, nella cura del coniglio nano, sono i denti, in particolare gli incisivi che non smettono mai di crescere; questi infatti richiedono particolare attenzione dovendo infatti sempre essere della stessa lunghezza; affinchè ciò accada è necessario permettere al nostro coniglio di aver sempre qualcosa da rosicchiare, evitando cavi elettrici, mobili o piante.

E’ un animale come detto docile ma facilmente suggestionabile e incline alla paura. Se tamburella con le zampe posteriori segnala di voler fuggire in vista di un imminente pericolo che ha percepito.

Le orecchie basse e all’indietro stanno a significare mancanza di serenità e di solito questo comportamento è indice di allarme e capita quando teme di essere sotto attacco.

Quando invece è sereno o da colpetti con il musetto o delle leccatine.

Coniglio nano: gabbia e gestione in casa

Per chi opta all’acquisto di un coniglio nano, la scelta della gabbia è fondamentale.

Di solito le più indicate sono quelle sviluppate più sulla lunghezza, per l’accoglimento di un solo coniglio le misure ideali sono 40 cm x 60 cm.

Di notevole rilevanza sono i materiali usati nella costruzione della gabbia, le sbarre devono essere in ferro, per evitare che vengano rosicchiate e il fondo in plastica ricoperto con un pò di segatura per evitare danni alle zampette.

Per renderla più accogliente la si può dotare di una casetta (dove il coniglio potrà rifugiarsi) e ciotoline per il cibo e l’abbeveratoio.

Coniglio nano: alimentazione corretta

E’ un animale erbivoro e un alimento che non deve mai mancare dalla sua dieta quotidiana è il fieno.

Altri cibi preziosi sono la frutta e la verdura, importante però è non mai esagerare nel dosaggio di queste e variarle continuamente.

Da evitare assolutamente i dolci, caramelle, biscotti e cioccolata.

Coniglio nano: il prezzo

L’acquisto di un coniglio nano non è quasi mai particolarmente oneroso.

In media se lo si compra da un allevatore serio il prezzo si aggira dai 50 ai 80 euro anche se tutto sta nella razza che si predilige.

I conigli nani testa di leone costano dai 70 ai 100 euro ed è chiamato cosi per la particolare “criniera” che li fa assomigliare a dei leoni in miniatura.

Seppur docili hanno bisogno di un maggior periodo di adattamento rispetto alle altre razze. La razza più richiesta è pero quella dei conigli ariete, il prezzo non supera i 100 euro.

E’ perfetto per la vita d’appartamento e non necessità di cure particolari, ha solamente bisogno di una gabbia ampia e di non stare in ambienti troppo umidi o ventilati.

Coniglio nano: le razze più belle

Il coniglio nano vanta un ventaglio di razze davvero ampio, oltre ai “testa di Leone” e il coniglio ariete nano abbiamo anche il coniglio nano Angora e il Cincillà.

Il primo si caratterizza per un mantello molto lungo, fino ad 8 cm, e assomiglia quasi a un gomitolo di lana. Ha un carattere molto affabile e si affeziona tantissimo al padrone inoltre è anche molto longevo.

I Cincillà invece sono molto più allegri e dinamici, non stanno mai fermi e li rende un po’ più difficili da gestire.

Coniglio nano: allevamenti

Oltre ad acquistarli un buon modo per avere un coniglio nano è l’adozione.

Anche internet può essere utili per trovare annunci di questo tipo, ma bisogna sempre stare in guardia a possibile truffe, evitando di acquistare animali malati o con gravi problemi fisici.

Tuttavia se si vogliono avere garanzie sulla salute è sempre bene rivolgersi a un allevamento che consegna cuccioli sani, vaccinati e genitori testati per le patologie della razza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *