Trading online 2018, investire coi migliori broker

Comment

Economia
criptovalute dove investire

Bitcoin, Ethereum, Ripple sono le criptovalute del momento e, per investire in monete virtuali bisogna tenere a mente quali sono i migliori broker e piattaforme per il trading che trattano questo mercato. Se il 2018 viene decantato come l’anno delle crypto, molti investitori vogliono trovarsi pronti per diversificare le loro possibilità di investimento anche in altri mercati, non solo Bitcoin e C. Del resto, un buon trader sa che gli investimenti che possono portare a rendimenti interessanti sono quelli a medio e lungo termine, anche se molti amano fare investimenti ad alto rischio a scopo speculativo e non certo per avere una rendita futura.

Su https://www.investireinborsa.me/piattaforme-di-trading/ ci sono consigli veramente utili sulle migliori piattaforme per “tradare”, ma i trader in erba sanno veramente a chi affidano i propri soldi? Il mondo è pieno di truffatori che possono incantare con investimenti sicuri e immediati, in modo che il trader affidi a questi broker fittizi il proprio denaro reale per ritrovarsi poi con un pugno di mosche in mano, magari incolpando se stesso per la propria avidità. Ebbene, questo è un reato e, per far sì che non accada ad altri, bisogna denunciare il tutto alla Polizia Postale.

Investire in Criptovalute nel 2018

Riassumendo il prefazio, il 2018 non è solo un nuovo anno, bensì il Capodanno delle criptovalute. Per questo è utile iniziare a fare trading sin da questo momento, per non perdere opportunità di guadagno. Inutile cercare su Internet quali promettono facilità di utilizzo e guadagni facili: per essere affidabili, i broker considerati migliori devono essere regolati da un organismo di controllo per il cripto trading che per l’Italia è la CONSOB. Negli ultimi mesi, il mercato delle monete digitali è cresciuto notevolmente e in maniera esponenziale. Un esempio lampante è la febbre del Bitcoin: da pochi cents di valore a una quotazione che supera le 5 cifre, anche se tutti i grandi analisti finanziari, forse legati ai vecchi sistemi economici, hanno già decretato che la “bolla” prima o poi scoppierà.

Ma c’è da dire che il crollo della Borsa e la crisi finanziaria di questi anni non l’avevano mica prevista. Il mercato è zeppo di crittovalute, come amano definirle i broker online, e non esistono solo i  Bitcoin. Il tutto sta nel capire quale sarà quella sul quale investire e avere n rendimento. Secondo problema: dove e con quale piattaforma si possono fare gli investimenti crypto? Basta navigare in Rete e fare una breve ricerca su Google per rendersi conto quante piattaforme stanno spuntando come funghi, alla ricerca di trader e investitori in erba che hanno intenzione di dedicare una parte dei loro risparmi negoziando valuta virtuale. Si può guadagnare con Ethereum, Ripple, Dash, Monero senza comprarle?  E’ lo scopo dei broker.

Broker criptovalute, riconoscere i migliori

Un buon trader è obbligato, prima di riporre fiducia nel broker, di eseguire opportune verifiche sulla sicurezza e sulla trasparenza delle condizioni offerte al cliente. Il broker online offrirà quindi l’opportunità, previo pagamento di una somma o in modalità demo, di aprire un determinato conto per fare trading su criptovalute o materie prime, o altri mercati. Per iniziare a muovere i primi passi, anche se si è esperti a livello teorico, è bene orientarsi su quelli che hanno una versione demo gratuita, in modo da imparare passo dopo passo il funzionamento del meccanismo e investire il capitale a disposizione (devono essere soldi virtuali). Inoltre, molte volte si ha la possibilità di usufruire di corsi gratuiti senza costi o commissioni da pagare, utili per comprendere i mercati finanziari mondiali.

Altra caratteristica da non trascurare è l’operatività anche con piccoli capitali: non serve a nulla fare trader se bisogna investire cifre a sei zeri, anche perché al giorno d’oggi, a parte le grandi aziende, nessuno ce li ha nel portafoglio! Inoltre, un broker regolamentato deve essere dotato di licenza, ovvero aver passato tutti gli accertamenti del caso e verifiche periodiche, ripetute nel corso degli anni per valutare trasparenza, affidabilità e fiducia, oltre che la sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *