Come scegliere la carta di credito per pmi e liberi professionisti

Comment

Economia

Sia i liberi professionisti che le piccole e medie imprese  hanno tra i loro obiettivi principali quello di tutelare le proprie risorse economiche e fare, nello stesso tempo, in modo semplice e veloce, tutte le operazioni bancarie necessarie alla propria attività, quali i bonifici, la domiciliazione di utenze domestiche o le ricariche per cellulari. Funzioni necessarie che un libero professionista o una pmi richiede ogni giorno tramite il proprio conto corrente dedicato alla propria attività.

Per svolgere in modo automatico e veloce tutte le operazioni finanziarie giornaliere la soluzione migliore è avere una carta di credito sicura e con ampi servizi. Ma come fare a scegliere quella che risulta più adatta alle proprie esigenze? Innanzitutto è necessario capire qual è l’utilità effettiva della carta di credito. I principali vantaggi che oggi le carte di credito offrono sono:

  • un canone che si azzera una volta superata una data soglia degli accrediti;
  • un bollo pagato dell’istituto bancario.

Come trovare una soluzione efficace

Le banche oggi offrono ai clienti tantissimi tipi di carta di credito tra le quali non è facile scegliere quella più vantaggiosa per la propria categoria professionale. Il miglior consiglio è cercare di capire quali sono le specifiche agevolazioni di ogni carta di credito.

Tra i servizi più comuni delle carte di credito per liberi professionisti o pmi sono il controllo delle proprie spese non solo sulla piattaforma online della propria banca ma anche sul cellulare in modo assolutamente sicuro mediante la ricezione di sms.

Tra le più recenti opzioni offerte dalle carte di credito ce n’è anche una molto apprezzata soprattutto dai liberi professionisti e le piccole e medie imprese, ossia la possibilità di utilizzare dei software online che consentono di archiviare tutte le fatture  e di tenerle in ordine.

Alcune tipologie di carta di credito offrono servizi molto vantaggiosi quali ad esempio il rilascio dei buoni per acquisti da poter utilizzare in modalità online, i buoni carburante, il  pos, utilissimo soprattutto per esercizi commerciali, e infine il costo della carta del tutto azzerato.

Alcune carte specifiche facilitano la verifica delle rendicontazioni e consentono di ottimizzare tutte le spese aziendali oppure, come nel caso di Diners Club, di ridurre gli anticipi di cassa e migliorare la gestione del business.

Un tipo particolare di carta di credito professionale, depositata in genere presso un’agenzia di viaggio, consente l’acquisto dei titoli di viaggio: questa risponde alle esigenze di viaggio dei professionisti sia per lavoro e per il tempo libero.

Infine sono da considerare anche tutti gli sconti e le agevolazioni che offre ogni singolo istituto di credito, che può variare in funzione della categoria professionale a cui il cliente appartiene.

In questa ampia panoramica è bene scegliere con molta oculatezza, considerando che l’uso di una carta di credito deve essenzialmente facilitare i flussi finanziari della propria attività professionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *