Inail e sicurezza sul lavoro: come riempire il modulo per ricavare i benefici

Comment

Economia

L’INAIL ha da qualche giorno messo a disposizone il modulo OT24 che si deve consegnare entro il 28 febbraio 2019. In pari con il modello sono state messe a punto anche le istruzioni per la sua compilazione.

INAIL e sicurezza sul lavoro: ecco il nuovo modello

Le aziende che si sono premurate di effettuare interventi per un miglioramento verso le normali situazioni di sicurezza e di igiene nei posti di lavoro, in concomitanza a quelli indicati già dalla normativa in materia, possono beneficiare di una diminuzione del tasso medio di tariffa da parte dell’INAIL (cfr. d.m. 12/12/2000). Spesso in materia di sicurezza sul lavoro le aziende si affidano per verifica posizione inail  ad Impresitalia che da anni ormai si occupa di fare da tramite con l’ente e le aziende al fine di tenere tutto in regola per la sicurezza.

È il medesimo Istituto a rimarcare gli interventi che si possono considerare validi allo scopo di dare libero arbitrio al beneficio in ragione della loro valenza in fatto di prevenzione. Il tutto prendendo in esame, per ogni intervento, la documentazione probante l’attuazione degli stessi.

INAIL e sicurezza sul lavoro: interventi migliorativi

La domanda per la riduzione del tasso medio di tariffa trascorsi i primi due anni di attività, può essere presentata per via esclusivamente telematica, collegandosi alla sezione Servizi Online reperibile sul sito ufficiale INAIL entro il termine del 28 febbraio 2019, pena l’inammissibilità della stessa, in concomitanza con la documentazione probante richiesta dall’Istituto.

Il Modello OT24 suddivide gli interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, messi in atto nell’anno solare precedente a quello in cui viene presentata la domanda (2018). Esso è suddiviso in quattro sezioni:

  1. Interventi di carattere generale
  2. Interventi di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale
  3. Interventi trasversali
  4. Interventi settoriali generali
  5. Interventi settoriali

Per ogni intervento si può ottenere un punteggio e per poter beneficiare della riduzione del tasso medio di tariffa c’è bisogno di aver effettuato interventi tali che la somma dei loro punteggi sia pari almeno a 100.

Il punteggio assegnato agli interventi di responsabilità sociale è commisurato alla dimensione aziendale (grandi, medie, piccole e micro imprese). Inoltre, è indicato una cifra differente di condizioni/attività da mettere in atto, così per un’azienda “piccola” c’è bisogno che si totalizzi un numero di attività più basso rispetto a una “grande” azienda.

Presupposti di applicazione della riduzione del tasso medio di tariffa

Nel modulo di domanda l’azienda deve dichiarare di essere a conoscenza che avere accesso al l’agevolazione vuol dire godere anche dell’accertamento degli obblighi contributivi e assicurativi. La domanda vale anche in merito all’osservanza delle norme in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro.

Sta di fatto che l’INAIL può esperienza processo, in sede d’istruttoria o in un momento successivo, per andare a verificare quanto dichiarato dal richiedente. La diminuzione del tasso medio di tariffa si stabilisce sulla base del numero dei lavoratori nell’anno di riferimento, in base a questi valori parametrici:

  • Fino a 10 lavoratori > riduzione al 28 %
  • Da 11 a 50 > riduzione al 18 %
  • Da 51 a 200 > riduzione al 10 %
  • Oltre 200 > riduzione al 5 %

Il provvedimento di accoglimento o di rigetto della domanda, si comunica al Datore di lavoro con Posta Elettronica Certificata entro 120 giorni dalla data in cui viene fatta presentazione della domanda.

In caso di accoglimento, la riduzione riconosciuta ha validità per l’anno in corso alla data di presentazione dell’istanza ed è applicata regolando il premio assicurativo dovuto per il medesimo anno.

Ove in qualsiasi momento si  verifichi la mancanza dei requisiti prescritti per il riconoscimento della riduzione, l’INAIL annullerà la riduzione stessa e la richiesta delle integrazioni dei premi dovuti, nonché procederà ad applicare le sanzioni oggi in vigore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *