News edilizia: le ultime notizie e aggiornamenti

Comment

Casa
news-edilizia

Nel campo dell’edilizia, ci sono spesso news particolarmente importanti, da tenere in considerazione. Andiamo a vederne alcune, che caratterizzano gli ultimi tempi.

Piano di finanziamento da 20 milioni: edilizia residenziale e pubblica

Attraverso quello che è il contenuto della Gazzetta Ufficiale, oltre 22 milioni di euro, verranno erogati alle regioni, per andare a recuperare quelli che sono gli alloggi residenziali pubblici, nel corso dei prossimi cinque anni.

Questo provvedimento, riguarda in gran parte, quelle che sono le case popolari, che prevede, quella che è la nuova realizzazione di alloggi e andare a recuperare, quelli già esistenti, che si compongono in lavori di entità più lieve, ma anche di quelli che invece necessitano, di un portata più massiccia, con interventi di ripristino, per ristrutturazioni particolarmente importanti. Attraverso questo quindi, sono state ripartite, quelle che sono delle risorse, che dovrebbero permettere a questo ramo di edilizia, di ripartire, fornendo delle abitazioni adeguate.

Poli di tipo innovativo per l’infanzia

Stanno ormai per partire, quelli che sono i primi concorsi per progettare, quelli che sono dei poli innovativi per l’infanzia per bambini, che arrivano fino ai 6 anni. Questo permetterebbe la realizzazione di una struttura che garantirebbe, un’adeguata istruzione per i bambini in questa fascia d’età.

Questo genere di costruzione h stata finanziata dall’INAIL, con 150 milioni di euro, che arrivano a coprire il triennio, che va dal 2018-2020. Verano poi aperti, quelli che sono dei bandi comunali, in cui poi i vincitori, potranno vedersi affidati, i livelli di progettazione successivi a questo triennio. Questo tipo di strutture, sono particolarmente innovative per quella che è la loro semplicità di costruzione ma anche per i servizi che riescono ad offrire, che sono all’avanguardia con le ultime direttive.

Piano Nazionale sulle dighe

Stanno per essere stanziati, oltre 540 milioni di euro, per quelli che saranno gli interventi nel settore idrico. Verranno erogati, attraverso quello che h il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, per andare ad individuare, quelli che sono dei determinati fattori, ai fini di riuscire ad intervenire, in quello che è un settore particolarmente a rischio.

Andando ad individuare, quello che è lo stato di salute di una diga, attraverso 13 parametri, 10 di tipo quantitativo e 3 di tipo qualitativo. Questo permetterebbe di individuare, tutti i distretti presenti in Italia, riuscendo a fare, quella che è una valutazione dei danni connessi ai vari fenomeni, che possono essere la siccità, o anche nel potenziamento, di quelle che possono essere le sue infrastrutture.

Questi saranno anche grado, di determinare il grado di affidabilità, con quella che è la pianificazione del bacino, così da assicurare, quello che è il giusto connubio tra le misure dirette degli invasi, che saranno oggetto, di migliorie della rete idropotabile. Una volta eseguiti questi controlli, le risorse verranno ripartite, a secondo di quelli che saranno gli interventi da fare.

Tra i finanziamenti per le varie connessioni idriche, ci sono anche il completamento di impianti non ultimati o di adeguamento, di quelle che sono alcune opere, che sono state messe in sicurezza. Questo andrà a garantire, quello che è miglior funzionamento di questi strumenti, nonchè una maggiore sicurezza, in caso di siccità o di piena degli stessi.

Gestione sostenibile di quello che h il suolo, Land support

Questa è una nuova iniziativa, che viene erogata a livello europeo, ed è basata su un sistema informatico, che consente ai vari utenti, di usufruire di quelli che sono dati di natura geospaziale attraverso il web.

Difatti andando ad individuare, quella che è una porzione di terreno, all’interno dell’Unione Europea, quelli che possono essere agricoltori e pianificatori di territorio, potranno poter vedere, quelle che sono le attuali condizioni e quelli che sono i parametri evolutivi dello stato del suolo, in un determinato periodo di tempo.

Questo permetterà di andare ad effettuare, quelli che sono i cambiamenti, per poter utilizzare quella fetta di terreno in modo corretto, così da poter intraprendere le scelte migliori nel campo dell’agricoltura, tutelando, quello che è il territorio o anche quella che pur essere eventualmente, la realizzazione di nuove infrastrutture o edifici. Questo programma, andrà a presentare, quella che è una valutazione di quello che sarà il consumo del suolo, una volta effettuate le modifiche con le nuove costruzioni.

Anche a livello di regioni e comuni, si potrà così fare, una valutazione di quella che hè la dinamica dell’utilizzo del suolo. Questo fa riferimento agli ultimi anni, a partire dall’anno 2006, così da poter evidenziare, quelle che sono le porzioni di suolo che sono state compromesse e quali invece, sono ancora particolarmente sostenibili, così da poter operare, quelle che sono le giuste scelte, per andare a rigenerare quello che è il proprio tratto urbano.

Comporterà anche, una notevole riduzione di consumo, evitando quelli che sono i rischi particolarmente importanti, di un uso non corretto dello stesso, che come sappiamo, pur provocare inondazioni, scarsità dell’acqua e anche il riscaldamento globale. Porterà sicuramente, a scelte più intuitive e dettate dal buon senso, nei confronti della natura.

Ovviamente per essere aggiornati su tutti questi aspetti ma anche sugli altri presenti in questo campo, o qualora noi avessimo bisogno di una consulenza, possiamo trovare degli esperti anche in rete, come ad esempio al sito www.geometraantoniomassari.it, che possiede tutte le competenze necessarie in questo ambito, in continua evoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *