La comodità dei cancelli automatici: ma come ripararli in caso di guasto?

Comment

Casa

Grazie alle tecnologie odierne è possibile avere dalla nostra parte tanti oggetti che ci facilitano la vita. Certo, avere a che fare con impianti e congegni elettronici non è cosa facile a farsi, perché essendo alimentati da corrente elettrica il guasto potrebbe sempre essere dietro l’angolo. Un po’ come accade per i cancelli automatici: una benedizione in caso di pioggia per non scendere dall’auto, ma se si arrivano a bloccare andiamo tutti ko. Può anche essere una semplice interruzione di corrente a causare il problema, ma inevitabilmente dobbiamo rivolgerci ad un professionista. Meglio quindi non precipitarsi a mettere le mani, che magari il problema e minuscolo e rischiamo di ingigantirlo con manovre sbagliate, da profani in materia.

I guasti ai cancelli automatici

Un cancello automatico può subire diversi tipologie di guasti, per cui va esaminato tutto nel dettaglio per raggiungere la radice del problema. Fare una riparazione cancelli Mestre, richiede sicuramente professionalità e attenzione, perché avendo a che fare con degli apparecchi funzionanti in un determinato modo si sconsiglia in ogni caso il fai da te. Comunque sia per un eccesso di zelo, potremo magari andare a controllare se il meccanismo di trasmissione meccanica sia pulito e ben allineato.

Anche i sensori di movimento potrebbero subire un danno: se le cellule di rilevamento non hanno un buon aspetto, si potrebbe pulirli o sostituirli, magari smontando la mascherina dei cancelli automatici, al fine di avere una protezione completa dagli eventi atmosferici.

Il telecomando dei cancelli: un guasto problematico

In pochi ci pensano, ma in vero il telecomando dei cancelli pure si può usurare. Nella migliore delle ipotesi è un problema di batteria, il che significa sostituirla e non avere più problemi. Se è la centralina dello stesso ad essersi fusa necessiteremo per forza dell’intervento di un esperto che la aprirà e verificherà l’eventuale presenza di tensioni. Qualora ci fosse stato quindi un problema di fusibili va controllato non solo la tensione e la corrente ma anche se i guasti sono stati di tipo rapido o ritardato.

Potrebbe inoltre risultare utile non toccare la scheda e dissaldare autonomamente tutte le componenti del telecomando prima di aver fatto un’altra prova. Magari il problema è legato ai sensori del cancello automatico e quindi di conseguenza è il motivo per cui il telecomando non funziona: pertanto andrebbe azionato il cancello con la chiave per fare tutte le verifiche utili al caso.

Controllare il motore dei cancelli automatici

Per controllare il motore dei cancelli automatici, si dovrebbe staccare la corrente dell’interruttore che tiene in funzione l’intero circuito. Si tratta di un tasto automatico che una volta scollegato permette di collegare il motore direttamente alla rete con un’altro cavo.

Come si palesa da questa breve guida appena accennata, un cancello automatico è composto di così tante parti che individuare il danno potrebbe richiedere molto tempo. Ecco il motivo per cui ci si deve affidare a dei professionisti in grado di passare al setaccio tutte le probabilità legate all’evento dannoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *