Come scegliere il migliore forno da incasso

Comment

Casa

Per installare il forno della cucina generalmente si preferisce la posizione sotto il piano di cottura oppure un posizionamento a colonna, sempre comunque ad incasso all’interno dei mobili della cucina stessa. Proprio per questo motivo i forni ad incasso sono disponibili in diverse soluzioni in commercio.

Possiamo scegliere tra diverse tipologie che hanno anche funzioni differenti, con larghezze solitamente pensate per vani standard di 60 centimetri o di 90 centimetri. Ma come fare per scegliere il forno da incasso che può fare al caso nostro? Quali fattori bisogna tenere in considerazione?

Forno ad incasso a gas o elettrico?

Scegliere il migliore fornetto da incasso significa anche stabilire se vogliamo che sia a gas o elettrico. Entrambe le tipologie hanno pro e contro. Il forno elettrico sicuramente è meno costoso, ha un’installazione più semplice e può contare su una semplicità di funzionamento. Inoltre garantisce una distribuzione del calore più uniforme. Tuttavia implica un consumo maggiore di energia e spesso le molte funzioni di cui è dotato possono creare una certa confusione nell’utente.

Il forno a gas utilizza il gas naturale che è sicuramente meno costoso dell’energia elettrica e inoltre riesce a raggiungere in maniera molto veloce la temperatura desiderata. Tuttavia, oltre ad avere un prezzo più alto, richiede un’installazione più complicata e può essere ritenuto più pericoloso a causa di eventuali fughe di gas. Per cuocere i cibi nel forno a gas bisogna stare attenti continuamente a cambiare la loro posizione, perché il forno a gas non garantisce una distribuzione regolare del calore durante la cottura.

Il forno elettrico multifunzione

Il forno elettrico multifunzione è un tipo particolare di forno ad incasso oggi molto apprezzato. Infatti riesce ad unire una modalità di cottura statica ad una ventilata, per garantire il massimo dei risultati. La modalità statica viene assicurata attraverso delle resistenze elettriche che sono poste sia sul lato inferiore che in quello superiore del forno.

La modalità ventilata, invece, permette la distribuzione del calore all’interno del forno attraverso l’azione di una ventola, in modo che la cottura possa avvenire più velocemente e in maniera omogenea.

In entrambi i casi, però, sia nella modalità statica che in quella ventilata, è possibile regolare la temperatura attraverso un termostato, con una temperatura generalmente compresa tra i 50 e i 200 gradi centigradi. Nel forno elettrico multifunzione la temperatura massima viene raggiunta con la funzione grill. Quest’ultima può essere combinata con la modalità statica o ventilata e si rivela un’ottima soluzione soprattutto per la cottura degli arrosti.

I forni multifunzione non hanno prezzi molto contenuti, ma riescono ad offrire ai consumatori il massimo della tecnologia all’avanguardia che i produttori sono riusciti a mettere a punto specialmente negli ultimi anni. La migliore scelta per non sbagliare quando si acquista un forno di questo tipo è quella di prevedere le reali funzioni per cui lo utilizzeremo, in modo da evitare spese eccessive che poi possono rivelarsi anche inutili.

Teniamo conto anche del fatto che alcuni modelli di forni ad incasso permettono anche la cottura a vapore e la cottura tramite microonde, se sono dotati delle apposite funzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *